Attività - mostra

CERCA
ORARIO DI LAVORO
Ogni giorno : 10.00-22.00 
BIGLIETTI
adulti 15,00 Kn
alunni, studenti, gruppi (10 e oltre) 10,00 kn , bambini di eta inferire ai 10 anni, persone di oltre 65 anni e persone diversamente abili gratis

MOSTRA JOAN MIRÓ
adulti 60 kn
pensionati 50 kn
studenti 50 kn
bambini 6-15 anni 30 kn
biglietto famiglia 150 kn
gruppi 50 kn

La linea ferroviaria Canfanaro-Rovigno

Museo civico della Città di Rovigno, Trg m. Tita 11, Rovinj - Rovigno
giovedì 14 dicembre 2006 - domenica 18 marzo 2007


La linea ferroviaria Canfanaro-Rovigno 1876 - 1966. Vi invitiamo alla mostra il 14 dicembre 2006 alle ore 18.
La linea ferroviaria Canfanaro-Rovigno lunga 21 chilometro, ha iniziato con il traffico il 20 settembre 1876 nell'ambito della Ferrovia istriana statale di allora, linea Canfanaro-Pola, con diramazione per Rovigno. Rovigno è riuscita ad ottenere la linea per via del suo potere economico. Nella seconda metà del diciannovesimo secolo, accanto a Pola, Rovigno divenne il più forte centro economico dell'Istria. Aveva una decina di fabbriche, artigianati, la costruzione naval-meccanica, il traffico navale, il commercio e le attività pubbliche di alto livello. La stazione ferroviaria ha portato a Rovigno molto progresso, soprattutto nel campo dello sviluppo dell'industria, del commercio, dell'artigianato e del turismo. I Rovignesi viaggiavano molto lungo e largo l'Europa, siccome dei vagoni diretti andavano via Vienna. Anche i turisti vi giungevano sempre in maggior numero. La linea ha smesso di essere interessante negli anni Sessanta del secolo scorso, a causa della mancanza di mezzi per la sua modernizzazione e per una sempre maggior concorrenza del traffico stradale. Con la modernizzazione della strada Canfanaro-Rovigno, il traffico stradale si sviluppò ancora di più, ed è stato deciso che il traffico ferroviario su questa linea venga sospeso. L'ultimo treno vi passò il 20 ottobre 1966. Sono trascorsi dunque 130 anni dall'inizio e 40 anni dalla fine di questa linea. Ci furono diverse iniziative per il rinnovo del traffico, però senza risultato. Questa possibilità esiste tutt'ora, siccome il tracciato del percorso è rimasto immutato e i piani d'assetto ambientale prevedono un corridoio di riserva per la linea.
Mostra tutto
Nascondi


SCEGLI LA FOTOGRAFIA