ORARIO DI LAVORO

CHIUSO PER LAVORI

- visita possibilmente possibile con preavviso a e-mail info@muzej-rovinj.hr o al telefono 052/816-720

BIGLIETTI

Stancoviciana

Biblioteca monumentale


lunedì 18 maggio 2020 -


La mostra virtuale è stata allestita prendendo spunto dal catalogo di quella del 1992, intitolata Stancoviciana, edito dal Muzej Grada Rovinja–Rovigno - Museo della Città di Rovinj–Rovigno.

Otvori izložbu

Il barbanese Pietro Stancovich / Petar Stanković (Barbana, 1771 – 1852) è stato un sacerdote, un proprietario terriero, un erudito, ma soprattutto un bibliofilo e una persona dallo spirito curioso e poliedrico. Aveva iniziato i suoi studi a Rovigno e per volontà testamentaria donò a Rovigno la sua ricca biblioteca e gli altri oggetti che aveva raccolto con passione e dedizione.    
Anche se aveva trascorso quasi tutta la sua vita nella natia e amata Barbana, aveva scelto Rovigno perché Barbana era allora isolata, mentre Rovigno era la città più promettente e più popolata dell’Istria, cosicché riteneva che il lavoro della sua vita sarà a Rovigno preservato, usato e apprezzato. 
Il suo lascito è stato il nucleo e lo stimolo per l’apertura della Biblioteca Communalerovignese che fu inaugurata nel 1859 in casa Cherin in Via Valdibora.
La mostra virtuale presenta soltanto 24 dei circa 3000 libri che si custodiscono nel nostro Museo. È stata concepita nel 2018, ma non è stata presentata al pubblico. È una specie di virtualizzazione della mostra e del catalogo preparati nel 1992 da Bruno Dobrić ed è appena un piccolo passo nella rivalorizzazione del suo lascito. Allo stesso tempo rappresenta l’inizio della realizzazione modernizzata del desiderio di Pietro Stancovich di rendere accessibili i libri al pubblico, poiché le odierne tecnologie ci permettono di esaudire la sua volontà sia a livello locale sia globale.
Nel prossimo futuro, l'obiettivo è di rendere disponibile su internet il catalogo di tutti i libri del suo lascito, ma prima di ciò sarà necessario condurre ricerche e rilevare quei libri e quegli oggetti che nel frattempo sono andati perduti in seguito ai ripetuti trasferimenti, analizzare i suoi manoscritti nella Biblioteca universitaria a Pola. C'è molto lavoro davanti a noi.
Tuttavia, Pietro Stancovich può essere anche la persona che a vari livelli può nuovamente collegare le sue Barbanae Rovigno.  Una delle possibilità è che i bambini rovignesi conoscano Barbana, mentre quelli barbanesi Rovigno. Speriamo di poter realizzare la prima fase di conoscenza reciproca nel novembre di quest’anno, mese per il quale il Consiglio internazionale dei musei (ICOM) ha consigliato di far tornare i programmi virtuali al mondo reale.
 
Tajana Ujčić
Fotografia: Tajana Ujčić, Damir Matošević
Mostra tutto
Sakrij


SCEGLI LA FOTOGRAFIA