Seconda fase dei lavori di conservazione e restauro completata

La vita segreta del Palazzo Califfi (Museo della Città di Rovinj-Rovigno) si sta lentamente rivelando

Museo della Città di Rovinj - Rovigno, Piazza m. Tito 11, Rovinj - Rovigno
La scorsa settimana si è conclusa la seconda fase dei lavori di conservazione e restauro per l'apertura delle pitture murali al secondo piano del Palazzo Califfi, oggi Museo della Città di Rovinj-Rovigno. I lavori si sono svolti il mese scorso e sono stati eseguiti dall'Istituto croato di restauro.
L'apertura dei dipinti è stata aperta al pubblico in modo che i visitatori potessero vedere la vita segreta di Palazzo Califfi svelarsi lentamente. Dal momento che l'esistenza della vista di Valle è stata confermata già nel 2019, oltre i Rovignesi e i turisti, i lavori hanno attirato anche molte persone da Valle.

Il Palazzo Califfi si trova in una fila di case sul lato ovest della piazza principale (storicamente Piazza della Riva) che si è formata ai margini delle antiche mura cittadine. La costruzione di uno degli edifici barocchi più importanti e più belli del centro storico di Rovigno è legata alla costruzione di un granaio pubblico (fontika) nel 1680.

Toni Šaina, responsabile del progetto di sondaggio aggiuntivo e apertura della pittura murale del Dipartimento di pittura murale e mosaico dell'Istituto croato di restauro, ci ha informato sui progressi e sul lavoro svolto.

Le ricerche di conservazione-restauro condotte nel 2019 hanno portato a far luce sulla sequenza della costruzione del palazzo. Il sondaggio delle mura ha rivelato i cambiamenti nell'organizzazione della planimetria dalla costruzione del palazzo nel 17 ° secolo, attraverso i lavori di ristrutturazione nei secoli XVIII, XIX e XX, con i quali l'edificio è stato adattato alle esigenze d'uso. Sotto gli strati di pittura esistenti nelle stanze al secondo piano, è stata stabilita l'esistenza di pitture murali raffiguranti vedute. I lavori nel 2020 hanno studiato in modo più dettagliato le pitture murali trovate in precedenza. Le condizioni esistenti di tutte le pareti e soffitti sono state documentate e le sonde esistenti sono state ampliate per determinare il grado di conservazione e l'aspetto originale della pittura di pareti e soffitti.
Sono proseguiti i lavori di conservazione e restauro per la rimozione degli strati pittorici e intonacati multistrato sulla parete sud della sala nord-ovest del secondo piano con il ritrovamento di una scena raffigurante Valle. Analizzando gli strati dipinti e intonacati sotto il dipinto esistente, è stato individuato un intonaco precedente, dipinto con un semplice motivo decorativo. Il sondaggio dei soffitti degli ambienti nord-ovest e sud-est ha rivelato l'esistenza di diversi strati successivi di dipinti, tra cui quello originale, il cui grado di conservazione è ancora da determinare. Un ulteriore sondaggio del soffitto della sala centrale ha rivelato un dipinto relativamente ben conservato con motivi decorativi geometrici e floreali dipinti intorno a un medaglione centrale raffigurante un santo (probabilmente Sant'Eufemia). Ulteriori sondaggi delle pareti della sala sud-est sono proseguiti con la scoperta di tre vedute, solo una delle quali è in condizioni relativamente buone e mostra una città sconosciuta con un porto e una piazza e persone in costumi caratteristici del periodo pittorico.

La direttrice dell'Istituto croato di conservazione, Tajana Pleše, conferma che la continuazione dei lavori di conservazione e restauro delle pitture murali è stata inclusa nel Piano di attività del programma dell'Istituto croato di conservazione per il 2021.

"Scoprendo e aprendo i dipinti murali, abbiamo avviato il processo pluriennale di progettazione e ristrutturazione del Museo e progettando la prima mostra permanente in cui verrà mostrato il passato di Rovigno dalla preistoria ai giorni nostri. Alla fine, Rovigno avrà un altro spazio rappresentativo e il Museo che da tempo merita ", ha detto in questa occasione la direttrice del Museo della Città di Rovinj-Rovigno, Tajana Ujčić.

I lavori sono stati finanziati dal Ministero della Cultura e dal Comune di Rovinj-Rovigno.

"La collaborazione con l'Istituto croato di restauro è un'esperienza estremamente professionale e amichevole. Se si instaura una collaborazione con altre parti interessate nel processo di ristrutturazione del Museo, come con l'Istituto croato di restauro, il successo non mancherà. Ringrazio il Ministero della Cultura, così come la Città di Rovinj-Rovigno che ci hanno supportato sin da quando abbiamo solo intuito che la vita segreta di Palazzo Califfi poteva essere nascosta sotto l'intonaco, e senza il cui supporto finanziario e organizzativo tutti i nostri piani non sarebbero stati possibili ", ha aggiunto la direttrice del Museo.

Da ricordare anche che a causa dei lavori di questo martedì 13 ottobre, il Museo della Città di Rovinj-Rovigno sarà chiuso ai visitatori. Le visite sono aperte all'orario concordato con preavviso a info@muzej-rovinj.hr o 052 / 816-720.
Mostra tutto
Sakrij