Storia



Introduzione

Il fondatore del Museo civico di Rovigno è la Città di Rovigno. L'istituzione opera sul territorio della città di Rovigno e di Villa di Rovigno. Il Museo ha un duplice ruolo: è galleria cittadina e museo civico e pertanto si dedica alla raccolta, alla custodia, alla ricerca, alla presentazione e all'interpretazione di beni della civiltà e della cultura, e alla loro elaborazione scientifica e professionale.
L'attività museale è suddivisa in unità distinte: Sezione archeologica, Sezione storica ed etnografica, Sezione artistica, Biblioteca e Ufficio per le pubbliche relazioni.
Le condizioni e le modalità di lavoro museale sono disciplinate dalla Legge sulla tutela e la conservazione del patrimonio culturale, della Legge sui musei, da quella sulle istituzioni, dallo Statuto del Museo civico di Rovigno e da regolamenti che vengono a definire gli standard e le condizioni per lo svolgimento delle singole attività.
Il Museo civico di Rovigno ha sede nel palazzo storico Califfi ubicato nel nucleo storico di Rovigno e in altre tre sedi cittadine distaccate, nella quali ci sono i vani di deposito del materiale museale e la galleria di San Tommaso. Palazzo Califfi e la galleria di San Tommaso sono preziosi monumenti del patrimonio architettonico storico di Rovigno.


Visione

La visione del Museo civico di Rovigno è di essere un'istituzione museale custode del patrimonio locale, la quale con la propria attività, con l'esposizione permanente, con mostre e manifestazioni saltuarie e temporanee, ponga in luce tutto il sapere e le nozioni sulla vita secolare del territorio di competenza. L'istituzione è a completa disposizione della popolazione locale e dei visitatori.


Patrimonio del Museo civico della città di Rovigno

Il patrimonio del Museo civico di Rovigno è ricco ed eterogeneo, visto che il fondo museale vanta ben 35.194 oggetti, dei quali 13.938 inventariati e registrati nella base dei dati e sistematizzati in dodici collezioni museali e in 2 collezioni bibliografiche. Tre collezioni (etnografica mondiale, di arte moderna e contemporanea e di cartoline) sono iscritte nel Registro del patrimonio culturale della RC – Elenco dei beni culturali protetti. Parte del fondo costituisce l'esposizione permanente e il resto viene presentato saltuariamente sotto forma di mostre tematiche, ma anche questo in un futuro prossimo diventerà parte integrante dell'esposizione permanente del Museo.
ORARIO DI LAVORO
Ogni giorno : 10:00-13:00
Domenica e lunedÌ chiuso

 
BIGLIETTI
adulti 15,00 Kn
alunni/studenti/gruppi (10 e oltre) 10,00 kn
bambini di etá inferire ai 10 anni, persone di oltre 65 anni e persone diversamente abili gratis


 
PARCHEGGIO